LA STORIA

La Storia

La Paulownia entra in Europa nel 1800, attraverso una Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Il suo nome attuale deriva dalla nobildonna russa Anna Pavlovna, figlia dello Zar Paolo I (1818).

In Giappone è considerato un albero sacro, la sua sagoma veniva disegnata nell’antichità sugli abiti degli imperatori e questa immagine era considerata la figura più importante dopo quella del crisantemo.

Ai nostri giorni la tradizione giapponese vuole che, quando nasce una bimba, i suoi genitori piantino un albero di Paulownia. Quando questa bimba sarà cresciuta, i suoi genitori si occuperanno  di tagliare quell’albero per ricavarne una cassa dove avranno cura di conservare i doni per le sue nozze.

Si diffuse a metà del secolo anche in Italia su tutto il territorio per le sue qualità. La Paulownia è coltivata in Cina da almeno 3000 anni, negli USA dall’anno 1700 e in Giappone dall’anno 1970.

La Paulownia, è un albero conosciuto anche sotto il nome di Albero della Principessa o .Albero de uccello Phoenix., albero di essenza dura con la più veloce crescita del mondo.