Spollonatura

Alla ripresa vegetativa inizieranno a comparire diversi polloni che si svilupperanno dalle gemme latenti; man mano che i polloni crescono verrà identificato quello più idoneo (normalmente quello vigoroso posto in posizione più adeguata e possibilmente controvento per contrastare il vento predominante) a diventare la nuova pianta; gli altri devono essere cimati per fermare la crescita e lasciare energia a quello scelto.

E’ consigliato il posizionamento di un tutore costituito da una canna di diametro 12- 20 mm. ed altezza 150/200 cm da fasciare assieme ai polloni utilizzando un nastro apposito per limitare i danni dalle burrasche primaverili.

Durante il primo anno vegetativo, dopo il taglio di quelli eliminati, il pollone scelto coprirà il taglio e raggiungerà i 6-7 mt di altezza e i 10/12 cm di diametro.

Queste dimensioni permetteranno alla pianta di raggiungere il riposo vegetativo nelle migliori condizioni, al fine di ottimizzare i due anni successivi accrescendo il volume e l’altezza del tronco.

Eliminazione germogli laterali: Durante l’accrescimento del tronco è obbligatorio eliminare tutti i polloni allo stato erbaceo che nasceranno; essi sono quei germogli che si svilupperanno all’ascella delle foglie fino ad un’altezza di 6 mt, prima che la loro lunghezza superi i 5 cm, comunque quando la loro consistenza risulti essere ancora erbacea. Questa operazione si rende necessaria per avere un tronco privo di nodi, condizione essenziale per ottenere un legno pregiato.

NB: E’ estremamente importante prestare molta attenzione a non asportare le foglie durante le fasi di eliminazione dei germogli, per non compromettere l’attività fotosintetica e di accrescimento della pianta. Questa precauzione vale per il 1° anno di sviluppo per la formazione del futuro tronco, mentre i successivi anni il tronco sarà privo di foglie e tali polloni si possono semplicemente asportare con una spatola di gomma.